Previsioni meteo

Previsioni meteo

Le alte temperature subite la scorsa estate hanno posto le informazioni meteorologiche, più se possibile, nel centro di interesse del pubblico. Giorno dopo giorno gli avvisi di notizie avvisavano dei valori storici raggiunti dai termometri.

Le previsioni meteo alla televisione

La precisione con cui è stato annunciato il tempo ha rivelato la crescente conoscenza della meteorologia, che occupa il 7% dello spazio delle notizie televisive. Tuttavia, i meteorologi non sempre colgono le previsioni, specialmente in periodi di instabilità atmosferica come l’autunno e la primavera, quando le variabili cambiano di più. Per quanto le previsioni siano fatte dall’interpretazione di numerosi dati ottenuti con la più alta tecnologia (satelliti, osservatori), sono sempre soggetti a probabili alterazioni climatologiche.

Le informazioni da raccogliere per le previsioni meteo

Meteo: le info utili
Meteo: le info utili

Per fare una previsione è necessario ottenere una grande quantità di informazioni sulla superficie esistente e sulle condizioni atmosferiche. I satelliti forniscono giorno e notte, ogni mezz’ora, immagini complete della Terra trasmessa da tre canali dello spettro, e anche le navi che vanno verso il mare e le compagnie aeree commerciali effettuano misurazioni.

I dati sono forniti anche attraverso palloni sonda che le stazioni meteorologiche di tutto il mondo si lanciano due volte al giorno nell’atmosfera superiore e attraverso boe permanenti che registrano la temperatura a centinaia di metri di profondità nell’oceano.

La professione del meteorologo

Il meteorologo, quindi, al momento di elaborare la previsione, ha innumerevoli fonti che regoleranno le sue conclusioni. Dovrai conoscere la pressione atmosferica misurata in millibar dal barometro. Dovrai sapere quali sono le condizioni del vento che l’anemometro rivela per stimare, soprattutto, la sensazione termica, che dipende dalla velocità del vento.

Con lo psicrometro conoscerai l’umidità atmosferica, necessaria per fare la previsione delle prossime ore. Devi decifrare le chiavi servite dalla meteorologia aeronautica e ricevere i bollettini meteorologici marittimi. Dovrà inoltre gestire prodotti specifici.

Elaborare il risultato

Dai dati al risultato meteo
Dai dati al risultato meteo

Ottenuto i dati e grazie all’esperienza l’interpretazione è fatta o, qual è la stessa, la previsione. Nonostante i progressi tecnologici, compresi sofisticati sistemi informatici, è possibile prevedere il tempo relativamente con precisione con pochi giorni di anticipo, poiché gli innumerevoli fattori che determinano la temperatura e le condizioni atmosferiche sono soggetti a un’alta probabilità di cambiamento.

Le informazioni che offre la meteorologia

La meteorologia offre tre tipi di informazioni. Da un lato, la spiegazione delle cause che hanno motivato una certa situazione climatica e la sua descrizione; d’altra parte, le previsioni del tempo attuali e recenti ottenute dai sistemi di osservazione e dal monitoraggio permanente dell’atmosfera (stazioni e strumenti meteorologici, satelliti, radar, reti di raggi). E, infine, quella della più probabile evoluzione del tempo a breve, medio e lungo termine (da uno a dieci giorni) che ci si può aspettare, in base alle possibilità e ai limiti della conoscenza scientifica, basata sui mezzi tecnici più avanzati e nell’esperienza e nella professionalità di meteorologi qualificati.

L’utilità del servizio di previsioni del tempo

All’interno di quest’ultima informazione, gli avvertimenti meteorologici hanno la precedenza quando osservano o anticipano fenomeni atmosferici che sono particolarmente rilevanti perché superano determinati valori soglia, poiché possono rappresentare un rischio per la vita o la proprietà dei cittadini. Queste comunicazioni sono fornite alle autorità di protezione civile e agli altri organismi responsabili delle corrispondenti misure di prevenzione e ai media per la divulgazione pubblica.

Qual è il percorso di studi da fare?

I professionisti che riportano sul tempo sono laureati in Scienze esatte all’interno del ramo di Scienze Meteorologiche, anche se una laurea intermedia è insegnata anche nel Corso di laurea per 3 anni. Questa formazione qualifica a priori lo sviluppo dell’attività, ma per appartenere all’organismo ufficiale di meteorologi, laureati o osservatori dell’Istituto Nazionale di Meteorologia è essenziale per completare il percorso selettivo, dopo un’opposizione, i cui soggetti e livelli di domanda sono contrassegnati dall’Organizzazione meteorologica mondiale.